In collaborazione con lo chef Francesco Sodano e lo chef Salvatore Mennella  siamo lieti di proporvi due creazioni del tutto inusuali che avrete la possibilità di degustare qui al Twins Cocktail Wine Coffee.

Mixology e cucina sempre più vicini, bartenders e chef  sempre più creativi e ricercati, oggi quasi in egual modo. 

Ma chi sono Francesco e Salvatore? E cosa ci hanno preparato?

 Cosa ci ha preparato? 

Mixology Bar Chef Francesco Sodano 1

50 ml Mezcal 

60 ml di Acqua di Black Lime 

15 ml Succo di lime

15 ml di Albume 

Garnish: polvere di black lime

Tecnica: Shake e strain

Si chiama Sodanos” il cocktail creato insieme a Francesco del Faro di Capo d’Orso ed è particolare per l’inserimento nella ricetta del Black lime.

Frutto antichissimo di origini persiane, molto comune nella cucina Medio Orientale. 

È in pratica un lime disidratato che,  con una particolare lavorazione, diventa di colore nero

Il sapore è molto forte: ricorda quello aromatico del lime, ma con una maggiore acidità. Al palato, si ritrova il sapore pungente tipico dei cibi fermentati e un retrogusto affumicato

                                                        Francesco Sodano si racconta 

Quella al Faro di Capo d’Orso non è una nuova esperienza ma una sorta di ritorno alle origini. È, infatti, da qui che nel 20… inizia un periodo lavorativo con chef stellati come Pierfrancesco Ferrara.

La mia è una famiglia di Chef ed immagino che la passione per il cibo sia una specie di vocazione familiare

Mio padre gestiva un ristorante ed ho così che ho iniziato da giovanissimo a seguirlo ed aiutarlo. A lui devo molto perchè, oltre ad insegnarmi un mestiere, è riuscito a trasmettermi anche lezioni di vita.

Successivamente ho avuto la fortuna e l’immenso piacere di frequentare e crescere nelle più belle realtà gastronomiche del mio paese.

I miei maestri mi hanno dato tanto: sono passato da un’impostazione francese ad una fascinazione per il Medio Oriente

Fondamentale è stato il lungo periodo vissuto all’estero. Lì ho avuto modo di conoscere ed apprendere nuove culture e tecniche culinarie.

Quella vietnamita, pechinese, messicana, e sud americana. Insomma, mi sono caricato di esperienze, ricette e sapori che oggi rappresentano la mia particolare filosofia.

Posso tranquillamente descrivere il mio concetto di cucina (fatto puramente di tratti personali) con una sola parola: FUSIONE.

  Cosa ci ha preparato?

Mixology Bar Chef Salvatore Mennella 1

50 ml di Rum infuso al basilico 

30 ml di purea di ananas al basilico 

15 ml Succo di limone

25 ml di sciroppo di zucchero 

Garnish: foglia di basilico

Tecnica: Shake e strain

Si chiama “Retrogusto” il cocktail ideato insieme a Salvatore Mennella di Retrobanco. Molto fresco ed esotico utilizzando pochi semplici ingrendienti.

Lo chef Mennella ha realizzato una purea di ananas e basilico mettendendo insieme i due ingredienti in sottovuoto per 24 ore

Quest ultima è dal sapore fresco ed anche tendente al balsamico.

Ingrediente semplici, che se combinati nel giusto modo possono dar vita a combinazioni del tutto inaspettate.

Salvatore Mennella si racconta                                           

Ho iniziato da piccolo (14 anni), in piccole realtà. Ricordo ancora il primo giorno che entrai in una cucina, come lavapiatti, in un locale di Torre Del Greco (la mia amata città).

Osservavo i cuochi e pensavo che fosse quello che volevo fare veramente nella vita.

Tuttavia scelsi il percorso di studi sbagliato (sono diplomato come elettricista) ma ciò nonostante non ho mai trascurato la mia passione ed il mio sogno (diventare chef ed aprire un ristorante).

Iniziai a studiare e a praticare questo lavoro nei weekend nei ristoranti della zona.

La svolta ci fu dopo un paio d’anni, mio zio, bravissimo chef, mi portò con lui sul veliero Tortuga dove facevamo mini crociere e molti eventi.

Li iniziai a praticare il mestiere vero e proprio. Ho avuto molte esperienze stagionali senza mai trascurare, però, lo studio.

Finita la scuola mi dedicai anima e corpo alla cucina e andai a Capri. Qui sono rimasto per molti anni ed è dove sono cresciuto tantissimo, fin quando nel 2008 ebbi l’occasione di prendere un locale in gestione.

L’ho gestito per due anni, dopo di che ho chiuso nel 2010 (forse ero troppo piccolo e con troppa poca esperienza).

Da allora la mia vita lavorativa è cambiata ed ho iniziato a studiare e a lavorare sodo, chiedendomi che cosa non avesse funzionato.

Più in là ebbi la fortuna di entrare in un gruppo, “Sebeto”, che gestisce più di cento ristoranti in tutto il mondo, e li ho trovato qualche risposta.

Nel 2013 sono entrato nelle cucine stellate dei grandi chef dove mi sono perfezionato e ho capito che dovevo aprire un locale tutto mio. E proprio dopo qualche anno è nato Retrobanco Pizza & Bistrot  ed  ho coronato il mio sogno e continuo a sognare.